Trapianto di capelli in Turchia o Italia, quali differenze?

Il trapianto di capelli è una procedura sempre più popolare e può essere effettuato in molti Paesi europei. Perdere i capelli o notare che, in alcune aree della fronte o della testa, iniziano a assottigliarsi può essere un’esperienza di forte disagio: può causare insicurezza, un calo profondo dell’autostima, soprattutto se il processo avviene in modo rapido, in periodi di notevole stress o in seguito a una cura a base di particolari farmaci. L’alopecia androgenetica, più comunemente nota come calvizie, inizia con il diradamento dei capelli partendo dalla fronte, principalmente dalle tempie, fino a raggiungere metà della testa. Potresti avere anche un sospetto che si tratti di alopecia areata, un caso particolare di calvizie: si manifesta con chiazze circolari prive di capelli, che possono interessare anche altre aree del cuoio capelluto.

Se la perdita dei capelli ti causa forte ansia, ecco i motivi per cui il trapianto è la soluzione migliore per te, con risultati visibili entro breve tempo dopo l’operazione. Ma è meglio recarsi in Turchia o rimanere in Italia per fare questa importante operazione? In questo articolo ti orienteremo nella scelta.

Come è nato il trapianto di capelli?

Il primo trapianto risale al 1822, quando uno studente di medicina di Würzburg, in Germania, era riuscito a impiantare con la sua équipe i capelli di un soggetto da una zona della chioma a un’altra. Nonostante questa operazione sembrava essere la soluzione risolutiva per chi soffrisse di calvizie, non sono state realizzate altre operazioni simili fino al 1900. Bisogna, infatti, aspettare il 1939 quando il giapponese Shoji Okuda ha utilizzato per la prima volta la tecnica nota come punch technique, mirata al ripristino dei capelli a seguito di gravi ustioni. Questa procedura prevedeva l’estrazione di follicoli piliferi sani da una parte del cuoio capelluto per innestarli nelle zone rimaste senza capelli.

E ancora, nel 1952 l’americano Norman Orentreich ha portato avanti e migliorato le idee del dottor Okuda e pochi anni più tardi, nel 1957, ha scoperto il fenomeno della “dominanza del donatore”: dopo essere stati trapiantati, i nuovi capelli mantengono le peculiarità dell’area donatrice da cui sono prelevati. Nel corso degli anni le tecniche si sono affinate sempre di più, fino ad arrivare a quelle che conosciamo noi oggi. Grazie al contributo del dottor Orentreich si approderà alla tecnica FUE, largamente praticata in Turchia e in Italia.

Trapianto di capelli in Italia o Turchia, quale meta scegliere?

Hai notato o stai notando da poco che i tuoi capelli sono diventati più fragili e stanno cominciando a cadere? Stai pensando a come risolvere il problema? Il trapianto ti sembra l’opzione più giusta.

Ne avrai sentito sicuramente parlare, ti sarai informato, ma non sai bene come e dove farlo. Uno dei più popolari luoghi in cui generalmente veniva effettuato, come già detto, è la Turchia, ma se stai pensando di recartici, è opportuno interrogarti su quali saranno i risultati, sulle competenze mediche e sul team al quale ti affiderai. Prima di procedere, è altresì utile sapere prima come il trapianto di capelli viene effettuato in Italia. L’intervento avviene attraverso varie metodologie, tra cui quelle più moderne, nate grazie all’ampio lavoro del dottor Orentreich, sono quella FUE e DHI. La tecnica oggi è la stessa, sebbene le tecnologie a disposizione sono molto più avanzante: i follicoli piliferi vengono prelevati generalmente dalla nuca del paziente e vanno impiantati sul cuoio capelluto, dove i capelli si sono diradati o caduti totalmente.

Perché la Turchia è una delle mete più popolari per il trapianto di capelli?

In molti Paesi è possibile fare il trapianto di capelli, ma a costi talvolta troppo elevati. Ecco i motivi per cui molti pazienti scelgono di recarsi in Turchia, per sconfiggere definitivamente e una volta per tutte la propria calvizie:

• Medici e chirurghi che operano da anni e anni nel settore tricologico

• Tecnologie, strumenti e attrezzature all’avanguardia e di ultima generazione

• Prezzi molto economici e altamente competitivi. Questo fattore rende il trapianto un’operazione accessibile a molte più persone che a prezzi più elevati non possono permetterselo

Ma quanto costa fare un trapianto di capelli in Turchia? Approfondiamo meglio questo importante aspetto.

Quanto costa fare il trapianto in Turchia?

Perché è conveniente fare il trapianto di capelli in Turchia? Uno dei motivi già accennati è proprio il fattore costo. In Turchia non si usa l’euro, ma la moneta attualmente in vigore è la lira turca, con il simbolo ₺. Il tasso di cambio è il seguente: una lira turca corrisponde a 0,0337005 €.La Turchia ha dei costi operativi molto inferiori rispetto alla media dei Paesi occidentali. Cosa comporta questo? Un trapianto di capelli in Turchia può costare molto meno rispetto a un intervento effettuato in altre città europee: il prezzo base parte dai 1000 €. Se decidi di sottoporti a un trapianto di capelli in Turchia avrai sicuramente un margine di risparmio, ma per la tua scelta definitiva non è opportuno focalizzarti solo su questo dettaglio.

Che cos’è il viaggio tricologico?

Prima dell’importante decisione di effettuare un trapianto di capelli bisogna prendere atto di numerosi fattori, oltre a quelli economici. Anche se il basso costo della vita in Turchia e il tasso di cambio rendono possibile l’operazione a un costo molto inferiore rispetto alla media europea, fai le accurate ricerche per non affidarti a mani inesperte, informati bene e chiarisci fin da subito tutti i dubbi sul trapianto di capelli.

A questo proposito, hai mai sentito parlare di “turismo sanitario” e più nello specifico di “viaggio tricologico”? Il cosiddetto turismo sanitario comprende viaggi che vengono effettuati al di fuori del proprio Paese d’origine per pagare un’operazione a un prezzo più conveniente e più economico.
Questa nuova prospettiva, che comprende ambiti come l’odontoiatria o anche la chirurgia estetica, si sta affermando anche nel settore tricologico e coinvolge ogni anno sempre più persone che scelgono di ricevere dei trattamenti o sottoporsi ad alcune operazioni, specialmente nel trattamento della calvizie.

Inoltre, prima di recarti in Turchia potrai acquistare anche dei pacchetti ad hoc di trapianto di capelli che includono anche il soggiorno, il servizio di trasporto dall’aeroporto all’hotel, fino alla clinica e un tour per il Paese. Alcuni dispongono anche del servizio traduzione.

Trapianto di capelli in Turchia, il servizio de Le Iene

La Turchia è una delle mete scelte per fare il trapianto, anche per l’ampia gamma di servizi che offre con il viaggio tricologico. A proposito di questa particolare tipologia di turismo, durante il programma Tv Le Iene è andato in onda un servizio di Enrico Lucci con focus sulle storie di alcuni ragazzi italiani. Hanno deciso di compiere questa “vacanza dei capelli” dalla durata di 3 giorni comprendente: l’operazione, un giro turistico per il Paese e la colazione.

Stando alle testimonianze riportate nel servizio, uno dei motivi principali, per chi ha notato delle leggere stempiature, è la paura di mettere le mani dentro i capelli e di non trovarli più. Una valida ragione che porta i pazienti a non vedersi più allo specchio come prima, e concentrarsi giornalmente su quella parte che si vuole cercare di nascondere. Questo crea un forte disagio psicologico e da qui alla ricerca compulsiva di soluzioni il passo è breve.

Ma non tutti sono disposti a recarsi in Turchia per poter effettuare un trapianto di capelli, anche a seguito di un prezzo inferiore rispetto agli standard italiani. Quindi, è davvero conveniente raggiungere il Paese che affaccia sul Bosforo per poter fare l’intervento? Vediamo perché è bene valutare l’Italia come prima opzione.

Perché scegliere l’Italia?

Una delle tecniche più utilizzate per il trapianto di capelli in Italia è, come già accennato, la FUE. Perché, allora, rimanere in Italia per sottoporsi all’intervento? Ecco alcuni motivi da prendere in considerazione:

Norme igienico-sanitarie. L’Italia offre servizi perfettamente in linea con gli standard internazionali, garantendo sempre la massima qualità

Personale altamente specializzato che opera nel settore da moltissimi anni. Il nostro Paese è famoso per avere i migliori chirurghi, specialmente nel settore tricologico

L’équipe medica cui ti affiderai ti seguirà dalla prima visita gratuita fino a tutte le fasi del trapianto. Anche dopo la tua completa guarigione potrai avere in qualsiasi momento un supporto

Vicinanza geografica. Se decidi di rimanere in Italia non c’è bisogno di compiere un viaggio e potrai recarti in clinica ogni volta che vuoi, per qualsiasi informazione o esigenza

Cosa aspettarti dopo l’intervento?

Il trapianto dei capelli non è un’operazione che richiede il ricovero, e subito dopo potrai uscire e riposarti. E cosa succede dopo l’intervento? Durante la prima notte potresti avvertire qualche leggero fastidio o formicolio, ma già il giorno dopo ti sentirai meglio.

Il risultato è a lungo termine: i capelli trapiantati non cadranno. Dal momento che vengono impiantati i follicoli piliferi, presi dall’area della testa con il più alto numero di bulbi, i nuovi capelli cresceranno più folti e più resistenti.

Tieni, però, presente che la tua cute sarà molto delicata e dovrai usare degli shampoo appositi. È, inoltre, sconsigliato l’uso di cappelli o berretti, specialmente nel primo periodo post-operatorio ed è consigliabile evitare di toccarsi la testa per evitare infezioni ai follicoli. È, invece, raccomandato usare cuscini morbidi e dormire in posizione eretta con la testa leggermente alzata, a un angolo di 45°. E cosa non fare prima di andare a dormire? È meglio non addormentarsi a pancia in sotto per scongiurare rischi di ulteriori complicazioni o gonfiori ai nuovi innesti. Con piccoli accorgimenti tornerai alla tua routine quotidiana.

Trapianto di capelli in Italia, chiedi consiglio ai professionisti di Hair Port

Il trapianto di capelli può davvero cambiarti la vita? La risposta è sì. Offre fin da subito dei risultati ottimali e migliora anche la percezione che hai di te. Non avrai più paura dello specchio. E se stai considerando di andare in Turchia, avrai notato che sceglierla ha dei vantaggi per quanto riguarda il costo, molto inferiore rispetto ad altri Paesi europei, ma questo non è l’unico fattore da considerare.

La perdita dei capelli può essere un’esperienza demoralizzante, che ti farà venire molte domande e molti dubbi, e potrà farti sorgere delle ansie anche in vista dell’operazione. Ma in questo percorso non sei da solo. Devi sempre affidarti a un’équipe medica specializzata. Chiamaci subito per avere una valutazione più approfondita in merito alla tua calvizie.

I nostri medici e chirurghi esperti sono pronti ad analizzare la tua situazione e a offrirti le migliori soluzioni dopo aver esaminato attentamente lo stato della tua chioma, le caratteristiche del tuo cuoio capelluto e la zona donatrice per assicurarsi dell’idoneità nello svolgere il trapianto.

Trapianto di capelli in Italia con Hair Port: sicurezza e qualità

Pensaci bene prima di fare un trapianto di capelli in Turchia. Come già accennato, devi sempre affidarti a mani esperte. E con Hair Port, che ha sede in Italia, precisamente nel cuore di Roma, sei in una clinica dove la sicurezza è al primo posto.

Con oltre 12 anni di esperienza, il nostro personale competente e qualificato ti assisterà in qualunque tua esigenza, utilizzando le tecnologie più avanzate per farti raggiungere risultati eccezionali. Il prezzo lo decideremo insieme, dopo aver fatto un’accurata analisi e una prima visita gratuita. Di norma, il costo di partenza è dai 3000 € e può variare in base alla tecnica che scegli di utilizzare e alla quantità di follicoli piliferi necessari per coprire la tua calvizie o le aree diradate.

Turchia o Italia, dove è meglio andare per l’intervento?

Non hai ancora preso la tua decisione? Dopo averti mostrato alcune considerazioni sul sottoporti all’intervento in Turchia ti suggeriamo un ulteriore confronto tra il Paese che affaccia sul Bosforo e l’Italia.

In Turchia, specialmente se decidi di fare un viaggio tricologico, dopo esserti rilassato in hotel potrai tornare a casa con il volo di ritorno e dovrai pagare l’intervento in un’unica opzione. Se avessi dubbi o se notassi fastidi o dolori, non potresti ritornare subito in Turchia. Devi richiedere nuove ferie e prenotare un nuovo biglietto aereo.

Se decidi, invece, di fare un trapianto di capelli in Italia, potrai pagare in comode rate, come meglio preferisci e avrai assistenza a vita. Anche dopo la tua completa guarigione, quando vedrai di nuovo una chioma folta.

Non è mai troppo tardi per recuperare la densità dei tuoi capelli. Hair Port Clinic ti aspetta in qualsiasi momento.

Leggi anche: Alopecia androgenetica, una panoramica completa