fbpx

Trapianto di capelli FUE: l’innovazione nella chirurgia estetica

Hai i capelli che si stanno diradando e hai notato un principio di calvizie? Una delle cause principali di questo fenomeno è di tipo ereditario e tra i responsabili della caduta dei capelli vi è l’ormone DHT, anche noto con il nome di diidrotestosterone, che causa, inoltre, l’abbassamento del tono della voce negli uomini e incrementa la crescita dei peli. Cosa avviene, invece, se la sua concentrazione è troppo alta? Può provocare l’effetto contrario, tra cui proprio la temuta perdita della densità capillare.

Come risolvere da subito questo problema, che condiziona anche l’umore e la propria autostima? Il trapianto di capelli FUE è una delle tecniche più utilizzate per chi vuole mettere la parola fine alla propria calvizie. Vediamo, quindi, più nel dettaglio come funziona e come viene eseguito.

Come capire a che stadio si trova la propria calvizie?

Esistono due scale indicanti il livello di avanzamento della calvizie, anche detta alopecia androgenetica, condizione che può colpire chiunque in qualsiasi momento. La prima è utilizzata per valutare la progressione di quella maschile, e a inaugurarla è stato il dottor James Hamilton negli anni ’50, per poi essere riadattata e migliorata dal dottor O’Tar Norwood negli anni ’70. Vediamo ora i diversi livelli della scala Hamilton-Norwood divisa in 7 punti:

1. Principio di calvizie. La caduta dei capelli è appena accennata nella parte delle tempie

2. La stempiatura inizia a essere più visibile, anche se lieve

3. L’alopecia androgenetica comincia a essere moderata, la zona dell’attaccatura assume la tipica forma a V

4. La calvizie è, in questa fase, molto estesa, il diradamento è notevole sia sulle tempie sia in altre aree del cuoio capelluto

5. Questa fase indica una calvizie molto grave e i capelli diventano sempre più sottili, specialmente nella zona dell’attaccatura e fronto-parietale

6. Il cuoio capelluto inizia ad apparire quasi totalmente calvo e l’alopecia androgenetica continua a estendersi su tutta la chioma

7. Quest’ultimo step corrisponde a una calvizie quasi totale e i capelli saranno ora presenti solo sui lati della testa e nella zona posteriore

Non tutti gli uomini, però, possono raggiungere la fase 7, perché la totale perdita di capelli dipende, come già accennato, dalla genetica e dai livelli dell’ormone DHT e non tutti arrivano a questo punto. Vediamo, però, qual è invece la scala indicante la calvizie femminile ideata nel 1977 da Erich Ludwig. Rispetto a quella maschile è differente, perché nelle donne il diradamento si distribuisce di norma in modo uniforme su tutta la chioma. Si divide in 3 fasi:

1. L’alopecia è molto discreta. Il diradamento inizia dalla parte superiore del cuoio capelluto e i capelli iniziano a sfibrarsi

2. La calvizie inizia già a essere molto estesa. La zona colpita si estende nella parte centrale e superiore del cuoio capelluto

3. L’alopecia è ormai densamente diffusa e la perdita dei capelli, che sono ora molto fragili, interessa una grande zona della chioma

Trapianto di capelli FUE, possono farlo tutti?

L’intervento può portare cambiamenti radicali e offre un risultato molto efficace e risolutivo contro la caduta dei tuoi capelli. Ma possono farlo tutti? L’operazione può essere condotta su qualsiasi persona che abbia un’età compresa tra i 20 anni e i 65, indipendentemente dalla quantità dei capelli e dallo stadio della calvizie, sia medio sia già molto avanzato.

Ma come funziona il trapianto di capelli con il metodo FUE? Ci sono due modalità con cui può essere eseguito. Come si svolge?

Perché il trapianto di capelli FUE è l’innovazione della chirurgia estetica?

La FUE, dall’inglese Follicular Unit Extraction consiste nell’estrazione di tutti i singoli follicoli piliferi da una zona donatrice per coprire le aree calve. Quali sono le principali fasi di cui si compone?

– Prima consulenza con il chirurgo. In un primo momento il medico o i medici cui ti affiderai valuteranno la zona donatrice e viene stabilito il numero di follicoli da impiantare. Questo primo step è molto importante, poiché l’équipe medica deve essere a conoscenza delle tue allergie o malattie in corso, qualora ce ne fossero, prima di poter avanzare con i tuoi obiettivi dopo l’intervento

– Estrazione dei follicoli. Per prelevare i follicoli dal cuoio capelluto viene utilizzato un microbisturi. I capelli verranno impiantati secondo la direzione di crescita, creando armonia con la forma del tuo viso

– Incisioni sul cuoio capelluto. Dopo aver individuato l’area o le aree che andranno rinfoltite, il chirurgo creerà delle piccolissime incisioni sulla tua chioma: in questo modo i follicoli attecchiranno in poco tempo e i tuoi capelli inizieranno a crescere di nuovo

– Ripresa post-operatoria. Una volta eseguita l’operazione potrai tornare a casa a rilassarti. Subito dopo la tua chioma sarà avvolta in una speciale fascia per evitare l’insorgenza di possibili danni o lesioni ai follicoli appena trapiantati col metodo FUE. Il periodo di recupero varia da paziente a paziente, in base alle caratteristiche del proprio cuoio capelluto. Di norma è molto breve

Il trapianto FUE può essere eseguito in 2 modi, sia con un particolare bisturi in zaffiro sia senza rasatura. Che cosa cambia e in cosa differiscono le due metologie?

Trapianto di capelli Sapphire FUE, come funziona?

Il trapianto di capelli Sapphire FUE prevede l’anestesia locale e nella fase di estrazione dei follicoli vengono usati degli strumenti appositi in zaffiro. Cosa implica questa particolare metodologia? Limita il dolore e il fastidio avvertibili durante l’intervento e la cicatrizzazione avverrà entro 4 o al massimo 5 giorni.

Dopo aver individuato l’area donatrice i follicoli vengono raccolti singolarmente e mantenuti in una speciale soluzione a una determinata temperatura. Vengono poi aperti i canali sul cuoio capelluto e le radici dei capelli sono prelevate dall’area donatrice con aghi sottili di diametro compreso tra 0,7 mm e 1,0 mm con un piccolo micromotore.

Il numero di follicoli impiantati durante l’operazione non è uguale per ogni paziente. Varia in base ad alcune particolari caratteristiche come la dimensione sia dell’area donatrice sia ricevente e la densità della calvizie. Si possono innestare dai 5000 a 7000 follicoli piliferi in un solo giorno e in un’unica seduta. La procedura prevede il day hospital e dura di norma tra le 6 e le 8 ore.

Come si svolge quello senza rasatura?

Non solo con il metodo Sapphire, il trapianto di capelli FUE può essere svolto senza rasatura. Il procedimento è analogo a quello precedente, ma in questo caso non è necessario radere la parte in cui verranno impiantati i nuovi capelli.

Gli innesti che possono essere effettuati su un paziente sono sempre in un numero compreso tra 5000 e 7000 in base agli obiettivi che vuoi raggiungere e i follicoli sono prelevati con aghi sottili che hanno micro lame. Dopo l’estrazione le radici dei capelli sono conservate in un liquido per tutto il tempo che occorre prima di proseguire con l’intervento. Sarà eseguito con uno strumento denominato Sapphire FUE pen. Anche il trapianto di capelli FUE senza rasatura ha la durata di un giorno e non è previsto il ricovero: potrai tornare a casa subito dopo l’ultimo check-up dell’équipe medica.

Quali sono i vantaggi?

Il trapianto di capelli FUE, oltre a essere una tecnica innovativa, ha numerosi vantaggi. Vediamo quali sono:

– Non è un intervento invasivo. Con la tecnica FUE non viene rimossa un’intera striscia di capelli sul cuoio capelluto, come invece accade con il metodo FUT (Follicular Unit Transplantation). Questo implica che non avrai cicatrici visibili né punti di sutura

– Risultato naturale proprio come lo desideravi. I follicoli piliferi vengono impiantati singolarmente e la tua chioma ricrescerà in modo omogeneo

– La tecnica FUE consente la massima densità di innesti capillari. La procedura FUE può essere eseguita sia su chi ha raggiunto un livello di calvizie molto avanzato sia su chi ha perso i capelli quasi totalmente

Quali sono le domande più frequenti?

Hai deciso di volerti sottoporre al trapianto di capelli FUE e con il tuo medico hai valutato se scegliere il metodo Sapphire o senza rasatura? Ecco le domande più frequenti che potresti avere prima di fare l’operazione.

Cosa è necessario prima dell’intervento?

Prima di sottoporsi a un trapianto di capelli è necessario smettere di fumare e non bere alcolici. Il tuo corpo e la tua testa devono trovarsi nelle migliori condizioni per poter fare l’intervento. Ma non solo, è importante anche essere ben idratati e non esporsi al sole specialmente per un periodo prolungato. Si consiglia di indossare abiti molto comodi che si possono sbottonare, come camicie, ed evitare maglioni stretti a collo alto o dolcevita.

Cosa succederà subito dopo?

Potrai avvertire un senso di fastidio o intorpidimento nei giorni successivi nell’area della nuca, da cui molto probabilmente verranno prelevati i follicoli piliferi. Entrambi scompariranno entro poco tempo.

Nei primi giorni potrai avvertire un po’ di stanchezza, ma se seguirai tutti i consigli forniti dai medici la tua guarigione avverrà nel minor tempo possibile. E dopo l’intervento su ogni incisione si creeranno minicrosticine che non dovrai toccare o grattare. Quando la cicatrizzazione sarà compiuta si staccheranno da sole e dopo 3 mesi i nuovi capelli inizieranno a crescere con ritmo e velocità differenti in base alle caratteristiche della propria chioma.

I nuovi capelli possono essere lavati subito dopo il trapianto?

Lavarsi i capelli immediatamente dopo l’intervento è sconsigliato. Non bisogna stressare subito la cute, che nella prima fase appare molto delicata, e potrai lavare la tua chioma almeno a partire da 3 giorni dopo la procedura chirurgica per non compromettere la crescita dei follicoli appena impiantati nella zona ricevente. Per tenere pulito il tuo cuoio dovrai utilizzare shampoo consigliati dai medici e non dovrai strofinarlo con un asciugamano, ma con un panno leggero e assorbente.

Si può fare una doccia dopo il trapianto?

La risposta è sì, purché il getto d’acqua non sia troppo forte e la temperatura troppo calda.

Si può tornare subito al lavoro?

Sì, è possibile tornare al lavoro poco dopo aver eseguito il trapianto, ma è comunque consigliato di stare un po’ a riposo.

Si può guidare dopo l’operazione?

Se decidi di fare il trapianto di capelli con tecnica FUE devi tenere a mente che ti verrà somministrata l’anestesia locale. Ed è consigliabile non guidare subito dopo, ma è bene farsi accompagnare e lasciar guidare chi vi porterà e sarà con voi in clinica. Già dal giorno successivo potrai però rimetterti alla guida senza nessun problema.

Si può fare il trapianto di capelli bianchi?

Può essere effettuato da tutti, come già accennato, in un’età compresa tra i 20 e i 65 anni. E se ti stai chiedendo se può essere eseguito anche sui capelli bianchi la risposta è affermativa. Effettuarlo su questi ha anche un altro vantaggio, garantendoti un grande risultato. Ma c’è un dettaglio: sono più spessi e più doppi rispetto a quelli più scuri e, dopo averli impiantati, visivamente noterai un aspetto più corposo e il volume sembrerà più denso.

Dopo il trapianto è meglio portare i capelli lunghi o corti?

Dopo esserti sottoposto all’operazione dovrai solo aspettare che i tuoi nuovi capelli crescano. In seguito a questa fase potrai scegliere lo stile che preferisci, anche in base alla forma del tuo viso.

I capelli trapiantati possono durare per sempre?

Anche in questo caso la risposta è affermativa. I capelli, una volta trapiantati, riprendono il loro normale ciclo di crescita: ritornerai ad avere la foltezza che avevi prima di perderli e di vederli cadere.

Trapianto di capelli FUE, affidati ai migliori professionisti

Il metodo FUE rappresenta una grande innovazione nel campo della chirurgia estetica: è la garanzia di un risultato duraturo, di un recupero rapido e la soluzione che fa per te.

Ricordati sempre di affidarti ai migliori professionisti altamente specializzati nel settore tricologico che ti daranno tutti i consigli e dritte necessari per mantenere in salute i tuoi capelli dopo il trapianto. E con la procedura FUE potrai finalmente abbandonare la tua calvizie.

La densità dell’area trapiantata migliorerà giorno dopo giorno e mese dopo mese. Non aspettare ancora: prenota subito una visita gratuita presso Hair Port Clinic e inizia il tuo percorso verso capelli sempre più sani e folti. Il tuo cambiamento inizia oggi.

Leggi anche: Trapianto di capelli DHI: una tecnica avanzata